mercoledì 29 febbraio 2012

Quattro giorni al gelo di Mosca (1)

1. Origine del viaggio
Molcin lavora a Mosca, e fin dal suo primo giorno in Russia (oltre due anni fa), mi ha sempre invitato per una breve vacanza nella ex terra degli zar e dei comunisti. Ma ad una condizione : “vieni quando fa freddo, è più bello!”

Dopo 3 anni di cordiali ed affettuosi rifiuti, decido di cedere e di raggiungerlo, proprio nella settimana in cui il Padre Eterno ha fatto le prove per la prossima glaciazione: 28 gradi sotto zero! . “l'ideale” , esultava Molcin! -(nella foto la Moscova gelata) - leggi tutto -

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma se non sbaglio dovresti essere un esperto di trasferte al gelo moscovita.
Gia' nel 1984 il KGB di Cernenko aveva schedato come indesiderabili te e un tuo degno compare, con l' idea di deportarvi a Chernobil...

Anonimo ha detto...

i remember, i remember. ma il KGB poi scoprì che avevo venduto panelle al festival dell'Unità di Altofonte e mi lasciò andare!

pippo