giovedì 16 giugno 2011

ama te stesso come .......la cacca!


Già qualche anno fa ebbi modo di elaborare una teoria relativa alla durata delle relazioni di coppia.

In breve : visto che l'uomo è uno stronzo e la donna una rompipalle, una relazione durerà solo se lui si "accollerà" di avere accanto una rompiscatole e lei si "assupperà" la compagnia di uno uno stronzo.

Passano pochi anni ed ecco che viene pubblicato un saggio sull'argomento dal titolo preso paro paro dalla mia teoria.

L'ho letto, ma l'autore oltre a sciorinare le varie e note differenze tra i sessi dà una ricetta diversa dalla mia.

Eccola: visto che l'essere stronzi o rompipalle sono condizioni connaturate nei due generi, il trucco è quello di accettarsi tali. Quindi l'uomo non dovrà fare finta di non essere stronzo, ma dovrà esercitare la sua peculiartità in piena pace con se stesso. Lo stesso farà la donna: rompicoglioni convinta e manifesta!

per dare corpo a tale ipotesi nel libro viene narrata questa gustosa (!) barzelletta:

due amici si incontrano
A: ciao, come va?
B: beh, sai ho un problema, mi caco adosso!
A: in effetti un brutto problema; hai visitato qualche medico?
B: si, certo, ma l'ultimo mi ha suggerito di consultare uno psicologo.

passa quanche mese e i due amici si rivedono
A: ciao, hai risolto il tuo problema.
B: certo, ora sto da Dio!
A: bene, quindi non ti cachi più addosso!
B: no, no ti sbagli: mi caco sempre addosso, ma non me ne frega niente!

amedeo contino

6 commenti:

Anonimo ha detto...

leggerò questo libro...
r.

Anonimo ha detto...

Ma quale è la tua ricetta ?

Buoncammino

Anonimo ha detto...

luoghi comuni
le generalizzazioni mi fanno imbufalire
labufalaincazzata

Anonimo ha detto...

e se le relazioni durassero perché due si vogliono bene? e se le relazioni finissero per mancanza di amore o stima, senza che nessuno dei due sia nè stronzo nè rompicoglioni?
S.

Anonimo ha detto...

la lettura di questo libro è illuminante! siamo decisamente diversi: l'errore è valutare l'altro sesso secondo i propri parametri, il libro invita ad apprezzare le differenze di genere che danno più gusto alla vita

Anonimo ha detto...

NON MI RICONOSCO IN UNA ROMPICOGLIONI.
R.